♫ Un secolo di musica e ... divertimento ♫

Come tante associazioni cattoliche sorte a cavallo tra ‘800 e ‘900, anche la banda Santa Cecilia di Meda ha le proprie origini nell’ambiente dell’Oratorio maschile, nasce infatti nel 1887 con il nome di CORPO MUSICALE POPOLARE.
Lo statuto recita che lo scopo è quello di
…promuovere un’attrattiva e diletto onde favorire sempre più la cultura dei giovani e l’amore delle associazioni cattoliche, partecipare alle manifestazioni religiose, rallegrare intrattenimenti interni e manifestazioni esterne…
La prima comparsa in pubblico è del 1905 in occasione della festa del Santo Crocifisso, ufficialmente prende il nome Corpo Musicale Santa Cecilia nel 1932.
Primo direttore musicale è stato il M° Carlo Bianchi a cui sono succeduti i Maestri
Emilio Braghieri, Guglielmo Montevecchi, Antonio Romano, Attilio Di Marco, Melchise Martorella, Giuseppe Molteni e Giambattista Arcidiacono.
Da sempre protagonista di eventi pubblici, nel 1952 la Santa Cecilia si reca a Roma per due volte per partecipare ad importanti manifestazioni pubbliche, il Raduno Nazionale dei Partigiani d’Italia accompagnati da don Aurelio Giussani, fervente antifascista tanto da essere soprannominato partigianel e il trentennale dell’Azione Cattolica dove la nostra banda, designata come rappresentante della Regione Lombardia, ha l’onore di essere prescelta per porsi in testa al corteo, suonando la marcia trionfale dell’Ernani.

Dal 1994, dopo una brevissima parentesi del M° Carlo Pirola, la direzione della Santa Cecilia è affidata al M° Mauro Ciccarese, che ha arricchito il repertorio della banda con composizioni moderne e originali alla pari delle orchestre di fiati europee.
La Santa Cecilia partecipa attivamente alle manifestazioni civili e religiose della propria città, ma vanta anche numerose esperienze nei paesi limitrofi, in altre regioni italiane, all’estero e in spettacoli televisivi.
Da ricordare inoltre le incursioni nel campo della marcia in parata, nel 2004 ha vinto la medaglia di bronzo al 1° Campionato Italiano di Marching Band disputato a Monza,
ma va anche ricordato, nel 1984, il primo premio al concorso “Bande in maschera” organizzato dalla provincia di Milano a cui aveva aderito il Comune di Meda.

Dal 2000 la Santa Cecilia ha creato al suo interno una Big Band, un gruppo che nasce grazie all'idea di alcuni suoi componenti che, con lo scopo di accrescere la propria cultura musicale, hanno voluto avvicinarsi al mondo della musica Jazz. L'orchestra, formata da componenti di età ed esperienze diverse, esegue un repertorio che spazia dal periodo d'oro delle Big Band americane, gli anni '30/'40, sino ad arrangiamenti più recenti, contaminati dalla musica Rock e Sud Americana. Dal 2002, oltre a partecipare a diverse manifestazioni, organizza la Rassegna Jazz Medese.

Nel 2009 ha rappresentato, coi gruppi teatrali di Meda, in un allestimento all’aperto, il concerto di Ciaikovskij “Ouverture 1812”.
Dallo stesso anno la Santa Cecilia ha dato inizio ad una collaborazione con l’Associazione Culturale Omicronteatro, organizzando spettacoli musicali e teatrali, sia per avvicinare i giovani alla musica che per un pubblico adulto, in particolare Histoire du soldat di I. Stravinskij e L’Opera da tre soldi di B. Brecht.
Con queste attività la banda ha dimostrato la capacità di inserirsi in modo attivo nel panorama culturale medese andando ad occupare spazi più ampi di quelli normalmente riservati alle bande musicali di paese.

All’attività concertistica si affianca quella didattica.
La Scuola di Musica Santa Cecilia, per l’insegnamento, si avvale di maestri diplomati in Conservatorio; sono attive le classi di FLAUTO, BASSO TUBA, CLARINETTO, OBOE, SAX, CORNO, TROMBONE, TROMBA, EUPHONIUM e PERCUSSIONI .

Inoltre, nell'ottica di favorire l'avvicinamento dei giovani alla musica attraverso l'esperienza diretta, la Banda Santa Cecilia di Meda ha messo in atto il progetto BANDITI COME NOI,
una promozione di iniziative sempre più coinvolgenti e stimolanti che, oltre ad avere come obiettivo l’educazione e la sensibilizzazione artistica e musicale dei bambini e dei giovani, contribuiscono ad arricchirne l’organico.
Tra queste: un progetto di Educazione Musicale, che coinvolge gli studenti delle classi IV e V della Scuola Primaria; l’iniziativa chiamata in modo spiritoso UMPAZUM a cui sono invitati i bambini delle elementari ma è seguitissima anche dai più piccoli; la messa in scena, in collaborazione con Omicronteatro, di spettacoli per giovanissimi come la fiaba musicale Il gatto con gli stivali; BANDHITS, spettacolo-concerto che vede protagonisti giovani ma anche meno giovani componenti della Santa Cecilia ed amici musicisti.

In questo clima di grande fermento ed entusiasmo, è nata inoltre la SANTA CECILIA JUNIOR BAND, una ensemble recentemente costituita, composta da tutti gli allievi della nostra scuola, che ha già avuto modo di farsi apprezzare in pubblico
 

   

home